Assenza

La frescura di un’ombra mi accolse benevola quando il sole salì alto nel cielo.
Era Luglio e lei non c’era.
Il grano era tagliato, il fieno raccolto, le piante cariche di frutti maturi, le uve già rigogliose sui tralci:
una festa, ma solo per chi ha ancora occhi per vedere…
Ora l’assenza brucia più di questo sole tenace;
tra tanto verde e tanti colori tutto appare arido e spoglio.
Arriverà l’inverno ed il viale si coprira’ di neve ma sul quel tappeto bianco nessuna sua impronta scorgero’.
Tornerà ancora l’estate ma non avrò più alcuna ombra in cui trovare ristoro…

Annunci

Silenzio immobile

Il silenzio avvolge di mestizia la solitudine; lento ed inesorabile come l’incidere di un ragno che tesse tela attorno alla sua preda.
Impossibile liberarsi da quella trappola senza lasciarvi un qualcosa di sé.
Chi ai giorni del solitario silenzio affido’ la sua
gioventù, ora è come farfalla senza ali:
grande il desiderio di volare, impossibile realizzarlo.

Ricordando l’inverno

Sento la pioggia cadere da un cielo scuro e mi sovvengono i ricordi. Torneranno a splendere di luce i prati e scaldero’ ancora al sole la mia ruvida fronte. Ma non dimenticherò presto questo inverno, sempre in bilico tra pensieri gravi e leggiadri sogni.

Sofferenza

Con dolore si dà la vita, con dolore la si lascia.

L’esistenza umana non è che una breve parentesi tra due dolori estremi.

Ed il mondo geme indifferente,
rassegnato alla sofferenza.

Torbide acque

Mi immergo nello stagno dei pensieri, ne esco bagnato di lacrime e sudore.
Vivere ha un prezzo:
la sofferenza.
Che tu sia farfalla o fiore, la gioia non potrà durare più di un giorno di sole;
il resto: un faticoso crescere e poi un lento declino nel nulla.

Lentamente

Muore lentamente il giorno.

Tornano i ricordi alle ore del silenzio quando il tempo pareva immobile ed invece la clessidra ingoiava, uno ad uno, i suoi granelli di sabbia.

Vivere senza tempo:
il sogno di ogni uomo, impossibile da realizzare.

Il tempo, inesorabile, scorre come un fiume, ignaro di tutto quello che travolge.
Scorre…
Null’altro gli si può chiedere.